sabato 13 agosto 2011

Asfaltato il Cornizzolo: la salita più dura del Triangolo Lariano vi aspetta!

In modo del tutto inaspettato, negli scorsi giorni la strada che porta al Cornizzolo è stata in buona parte riasfaltata.
Questa durissima salita, non era consigliata alla percorrenza con la bici da strada per l'estrema pericolosità della discesa, causata dal manto stradale in pessime condizioni.
Ora cambia tutto, a patto di scendere comunque a bassa velocità rispettando i tanti pedoni che salgono a piedi e che spesso occupano, giustamente, la sede stradale. Ricordiamo che stiamo parlando di una strada privata chiusa al traffico veicolare, ad esclusione degli aventi diritto. Quindi massima cautela perchè è anche possibile incrociare furgoni che portano visitatori al rifugio alpino in vetta.
Un consiglio: se potete, evitatela nelle giornate estive e afose perchè è facile imbattersi in tafani pronti a perseguitarvi per buona parte del percorso.

Con l'occasione abbiamo preparato una fotoscalata:

La partenza nel centro abitato di Eupilio, vicino al lago del Segrino
Dopo 200 metri, tenere la destra
Le pendenze si fanno subito impegnative: nell'attraversamento
del centro abitato siamo tra il 12 e il 15%
Dopo meno di 600 m, si esce dal centro abitato.
Si prosegue tenendo la destra
Subito dopo le pendenze si fanno più umane!
Un tratto non riasfaltato, ma siamo quasi in pianura.
Ancora strada non riasfaltata; ora le pendenze risalgono;
abbiamo percorso circa 1 km.
Siamo ritornati attorno al 10%
Dopo circa 1,7 km, breve discesa e ingresso in
località Campora
ora, circa 700 metri di pendenze tra il 7 - 9 %
Ultimo tratto con asfalto vecchio
Dopo circa 2,5 km. le pendenze tornano al 15% per un breve tratto
Siamo al km. 2,8, alle ultime abitazioni:
fra 100 metri l'inizio della strada privata.
e al km. 2,9 arriviamo al cancello; scendere dalla bici e
prepararsi al tratto più duro.
Cominciano le pendenze da Mortirolo: quasi 2 km con media del 12% e
tratti con pendenza massima fino al 22%
Un tornante per rifiatare!
un altro ..
sempre nel tratto più duro, ma qui solo al 12%
Non molla mai; ancora al 14%
Siamo circa al 4 km; ancora attorno al 12%
Km, 4,5: stiamo per uscire dal bosco
Questo tornante a sinistra ci porta fuori dal bosco.
Il tratto più duro è terminato anche se
si prosegue per un altro km. con pendenze superiori al 10%
e il panorama cambia ...
Ultimo tornante a destra; ora lungho rettilineo sulla costa della montagna.
Siamo attorno al 6 km; siamo al 10%, ma sembra quasi pianura!
Dopo il 6 km troviamo anche un breve tratto in discesa
Siamo quasi arrivati; al 7 km si risale ..
e l'ultima curva a sinistra precede il punto dell'arrivo.

E' stata dura?

Proseguite per altri 200 metri , ancora al 15%, e poi godetevi il paesaggio spettacolare dal rifugio Marisa Consiglieri , gestito dalla SEC di Civate.
Qui non trovate nessuna fotografia perchè è impossibile traferire le sensazioni; dovete godervelo dal vero!


L'Alpe del Cornizzolo
Carta identita salita del Cornizzolo

Il Cornizzolo vi aspetta!

10 commenti:

Anonimo ha detto...

Ottimo fotoservizio per avere una chiara idea di come sia questa salita.
Complimenti.
Giuseppe Maiorano

Anonimo ha detto...

Beh, non mi resta che affrontarlo dopo la settimana di piatta al mare di Caorle

Anonimo ha detto...

già fatto 2 volte questa settimana,è uno spettacolo. chiedendo permesso alla natura (mucche pecore capre galline ecc..) siamo davanti a una salita dura da domare, che mette alla prova anche le gambe più allenate. 34x26 e via! ps:se grimpeur organizzasse una cronoscalata del tratto privato..che meraviglia sarebbe!
un saluto, pietro mossi

Giuseppe ha detto...

Secondo mè é la salita piu' dura della brianza e dintorni,(muro di sormano a parte).
Andrebbero segnalate le cunette che attraversano la strada per lo sfogo dell'acqua(in discesa non si vedono).
Salita da fare solo se ben allenati.
Panorama spettacolare!

Anonimo ha detto...

salita fatta a meta agosto per la prima volta ..fantastica dura ma ne vale la pena lassu si gode di un panorama fantastico ....

lele014 ha detto...

bella descrizione della salita, ma volevo segnalare che l'arrivo non è all'Alpe pianezzo che è da un'altra parte, e che il rifugio non è il Pianezzo ma il rifugio Marisa Consiglieri, gestito dalla SEC di Civate!!!
Buona pedalata a tutti...e speriamo facciano arrivare una tappa del Giro prima o poi!!!

Il Blogger di Grimpeur.it e La Tris del Lario ha detto...

Grazie Lele014.
Abbiamo già corretto il post e la descrizione della salita.
Se hai altre informazioni interessanti, saremo felici di pubblicarle.
Un cordiale saluto.

Anonimo ha detto...

appena arrivato a casa da cinisello balsamo 95 km. il cornizzolo è uno spettacolo!!! i primi 2/3 km nn sono con asfalto nuovo da li in poi è bellissimo. salendo ti fanno compagnia caprette maialini galline cavalli mucche :) ci ho messo 55 minuti arrivato in cima la vista ti lascia senza fiato come la salita :)
buon divertimento a tutti
Max 70

Diego ha detto...

Salita davvero severa, prima parte all'ombra e poi al sole con un panorama stupendo. In discesa massima attenzione perchè se ci si incroncia cin gip o furgoni bisogna fermarsi. Anche in salita può essere utile fermarsi per lasciare strada.
Provato a fare in serie le salite di Cornizzolo, Ter'Alpe, rifugio SEV e muro di Sormano. Mostruoso...
Diego

Anonimo ha detto...

I primi due scoli dell'acqua che si affrontano in discesa sono stati segnalati da segni di vernice prima e dopo i piccoli avvallamenti (bisogna accontentarsi). In compenso, dopo il vento dei giorni scorsi, il tratto all'interno del bosco è ricoperto di rametti, foglie e ghiaia.
Ciononostante, la salita rimane stupenda (anche i due cancelli chiusi in settimana non sono il massimo, ma vabbè)